Giornata internazionale della donna

giornata internazionale della donna - donne al lavoro in ufficio

CHIAMATA NOTORIAMENTE FESTA DELLA DONNA, LA GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA AFFONDA LE SUE RADICI AGLI INIZI DEL ‘900, MA è NEL 1945 CHE IN ITALIA VIENE UFFICIALMENTE PROCLAMATA TALE PER DARE VOCE AI DIRITTI DELLE DONNE. LA RICORRENZA È MOLTO CARA A PATRIZIA VOLPATO SRL IN QUANTO PROPRIO UNA DONNA, PATRIZIA VOLPATO, DIEDE VITA ALL’ AZIENDA NEL 1980.

Origini

La Giornata internazionale della donna venne istituita affinché le donne potessero dare voce ai propri diritti in quanto lavoratrici e cittadine al pari degli uomini.

La nascita di una giornata in cui riflettere e discutere sul ruolo della donna nella società ha origine nei primi anni del 1900, fluendo da correnti politiche rappresentative del periodo, come il socialismo. Al congresso di Stoccarda del 1907 prima e in America poi, nel 1908, si iniziò a trattare in modo approfondito argomenti quali il suffragio universale, lo sfruttamento delle donne operaie e le discriminazioni sessuali. Nel 1909 nacque quindi la prima Giornata nazionale della donna negli USA.

In Europa dal 1910 a seguito della conferenza di Copenaghen de l’Internazionale Socialista, venne proclamata la prima Giornata della Donna a livello internazionale a favore dei diritti del genere femminile con lo scopo di garantire il diritto di voto per le donne. A tale conferenza parteciparono ben 100 donne di 17 Paesi, ma non venne indetta una data ufficiale per celebrare tale giornata.

Nel 1917 in concomitanza con la Prima Guerra Mondiale, si susseguirono una serie di manifestazioni in Russia guidate dalle donne, per protestare contro il conflitto in corso, che continuarono e alimentarono altre proteste fino a che lo zarismo cadde: l’8 marzo 1917 venne poi scelto come data ufficiale per la “giornata internazionale dell’operaia” dal partito Comunista, segnando l’inizio simbolico della Rivoluzione russa di febbraio.

Bisogna però attendere il 1977 affinché l’8 marzo diventi la data ufficiale di tale ricorrenza in tutti i Paesi del mondo.

Giornata internazionale della donna in Italia

In Italia la prima Festa della Donna fu organizzata nel 1922 dal Partito Comunista. Durante il ventennio fascista, la celebrazione ebbe una valenza più politica che legata ai diritti delle donne. L’8 marzo del 1945, invece, il nostro Paese celebrò la prima Festa della Donna nelle zone dell’Italia libera e lo stesso anno le donne conquistarono il diritto di voto.

 

La relazione tra mimosa e 8 marzo

Solamente in Italia è divenuta tradizione omaggiare le donne di un fiore giallo, la mimosa, in concomitanza della Festa della Donna. Dal momento che nel Bel Paese tale ricorrenza iniziò a essere celebrata solo a partire dal secondo dopoguerra, si decise di scegliere un fiore economico e facile da trovare anche nei campi verso la fine dell’inverno, la mimosa per l’appunto. La prima proposta fu infatti quella della violetta, simbolo della sinistra europea che spingeva per tale iniziativa, ma fu ritenuto troppo costosa e difficoltosa da reperire, dunque non in linea con il periodo di difficoltà economica e sociale che stava attraversando l’Italia.

La mimosa inoltre, per via della sua conformazione, rappresenta la solidarietà e la vicinanza tra le donne, in quanto i piccoli fiori gialli sono ravvicinati nel ramoscello che li tiene uniti.

La festa della donna divenne effettivamente una ricorrenza popolare solo a partire dagli anni 70, ma il simbolo della mimosa ebbe successo fin da subito, tanto da continuare a essere regalata ancora oggi nella giornata dell’8 marzo.

Mimosa

Le donne e il mondo del lavoro

Al giorno d’oggi la ricorrenza della Festa della Donna rappresenta soprattutto un’occasione per riflettere sul ruolo delle donne all’interno della società e nel mondo del lavoro, a partire dalla parità di genere e dal gender gap. I dati parlano chiaro, le differenze tra uomo e donna in ambito lavorativo e sociale sono spiazzanti. Ma ci sono anche dati incoraggianti, come quelli riportati da Unioncamere e InfoCamere che “registrano un milione e 340mila imprese femminili in Italia; queste imprese, che sono il 22% del totale, negli ultimi 5 anni sono cresciute a un ritmo molto più intenso di quelle maschili: +2,9% contro il +0,3%.”*

 

L’esempio di Patrizia Volpato srl

L’imprenditoria femminile è un tema molto sentito dalla nostra azienda in quanto fondata dall’imprenditrice e designer Patrizia Volpato nel 1980, periodo storico in cui i diritti delle donne nel mondo del lavoro erano notevolmente sottovalutati. Dopo più di 40 anni dagli esordi l’azienda segue le orme della sua fondatrice, dal carattere deciso e la visione lungimirante, evolvendosi quindi senza mai dimenticare le proprie origini.

*(fonte: www.youngwomennetwork.com)

JTP Informatica

all author posts

Scrivi il tuo commento

Your email address will not be published. Required fields are makes.

14 − tre =