Come illuminare una cucina moderna

Lampadari collezione Luna Nuova

Nel mondo dell’illuminazione anche la cucina ha il suo bel da fare tra luci tecniche e luci decorative. Per questo oggi vedremo qualche consiglio pratico per illuminare una cucina moderna come farebbe un professionista.

Come illuminare la cucina: valorizzare gli elementi importanti

Il mio primo consiglio è quello di scegliere i punti più significativi della vostra cucina e immaginare come vorreste caratterizzarli con le luci. Poniamo ad esempio che abbiate una cucina con isola, diventata negli ultimi anni un vero must have anche con metrature ridotte. In questo caso non potete fare a meno di scegliere un lampadario di design, elegante e sorprendente, che valorizzi ancora di più la vostra bella cucina moderna.

Lampadari modello illusion_903_904_2
Lampadario modello illusion_903_904_5

dalla collezione Illusion di Patrizia Volpato

Se invece siete alla ricerca di uno stile più sobrio, ma comunque personalizzato, la scelta può ricadere su una serie di moduli pendenti che, disposti lungo la lunghezza dell’isola, arredano e illuminano allo stesso tempo.

SOSPENSIONE con diffusore in vetro soffiato di Murano fatto a mano disponbile in quattro colori sfumati: Crypto 292/S1
SOSPENSIONE con diffusore in vetro soffiato di Murano fatto a mano disponbile in quattro colori sfumati: Crypto 292/S1

Dalla Collezione Crypto di Patrizia Volpato

Un’altra alternativa interessante è quella di scegliere delle luci a soffitto, che diano valore all’area in cui li inseriamo senza però essere troppo invadenti. Questa è una buona scelta in caso volessimo spostare l’attenzione su altre zone della cucina, ad esempio il tavolo oppure il soggiorno in caso di un open space.

FARETTO con decine di piccoli dischetti metallici saldati tra loro in oro lucido 24 carati o cromo lucido: Sfera 510/F
Dettaglio lampada collezione Sfera

Dalla Collezione Sfera di Patrizia Volpato

Come illuminare la cucina: caratterizzare il tavolo da pranzo

Un altro punto significativo di una cucina è senza dubbio l’area del tavolo, che a mio parere senza un lampadario perde di tanto il suo impatto scenografico. In questo caso non esistono scelte giuste o sbagliate sul lampadario, ma vanno tenute a mente alcune regole.  L’importante infatti è che sia proporzionato al tavolo su cui andrà installato e che siano sempre rispettate le altezze minime, cioè a partire da 70 cm dal piano del tavolo. Inoltre non dimenticate che deve essere in armonia con l’ambiente in cui lo andrete ad installare, sia per materiali che per stile.

Lampadari collezione Iride 7700_s110_1
Lampadari collezione Iride 7700_s110_3

Dalla Collezione Iride di Patrizia Volpato

In questo esempio c’è un bellissimo lampadario modulare, con tanti elementi che creano un gioco di altezze e di riflessi e che mettono in risalto i colori dell’ambiente.

Lampadari collezione Luna Nuova
Dettaglio lampadari collezione Luna Nuova

Dalla Collezione Luna Nuova di Patrizia Volpato

In quest’altro esempio invece vediamo un elegantissimo elemento orizzontale, dalle forme semplici ed evocative, che richiama perfettamente lo stile dell’open space in cui si trova.

Come illuminare la cucina: l’importanza dell’illuminazione generale

Come per ogni ambiente della casa, infine, anche in cucina dobbiamo pensare a una buona illuminazione di base. L’ambiente infatti avrà bisogno sia di punti luce che gli daranno personalità ma anche di quelli che lo rendano ben illuminato. Si può ricorrere a una serie di faretti, incassati nel controsoffitto, oppure direzionabili, per le zone di passaggio  o i classici strip led nei controsoffitti che creano una luce diffusa.

Come avete visto le possibilità sono tantissime, ma con queste direttive essenziali potrete pensare in autonomia all’illuminazione della vostra cucina senza paura di sbagliare.

Grazie a Baliz Room per il piacevole articolo!

 

Barbara – Baliz Room

Sito: www.balizroom.com

Instagram: balizroom_interiorstudio

JTP Informatica

all author posts

Scrivi il tuo commento

Your email address will not be published. Required fields are makes.

16 − nove =