Vetro di Murano: una lavorazione che rischia di estinguersi

Vetrerie muranesi un artigianato che rischia di estinguersi - Patrizia Volpato

Il rischio di perdere una tradizione millenaria come quella del Vetro di Murano non è mai stato alto come in questi ultimi mesi. Il recente aumento generalizzato delle materie prime sta avendo un peso enorme sulle realtà produttive italiane e il rincaro del prezzo del gas ha superato ogni record precedentemente raggiunto, tanto da rendere insostenibile la produttività delle secolari vetrerie muranesi.

64 sono le attuali fornaci a rischio presenti sull’isola di Murano (Venezia) che da secoli, secondo la migliore tradizione, lavorano il vetro di Murano creando capolavori dall’elevato valore artistico.

Lavorazione vetro murano nelle fornaci

Rialzo dei prezzi delle materie prime: pericolo per le vetrerie muranesi

Negli ultimi mesi si è spesso sentito parlare di aumento dei costi delle materie prime e dei carburanti, che si ripercuote sia sui cittadini sia sulle aziende. In particolare, gas, cotone, carta e plastica hanno fatto registrare i rincari più considerevoli, mettendo in crisi famiglie e imprese.

Il costo della materia prima energetica, soprattutto del gas metano, è salito in maniera rilevante, costringendo le attività produttive che ne fanno largo uso a prendere dei provvedimenti, anche drastici, come sospendere il lavoro. È quanto oggi rischiano anche le 64 fornaci del comparto del vetro artistico di Murano che necessitano del combustibile 24 ore al giorno per poter portare avanti la loro produzione. Alcune vetrerie, infatti, hanno già iniziato a spegnere i propri forni.

Cottura del vetro di Murano nei forni
Lavorazione del vetro di Murano

Il valore del vetro di Murano: un’arte che non può andare perduta

 

La tradizione del vetro di Murano non ha bisogno di presentazioni, essa è riconosciuta e amata in tutto il mondo in quanto incredibilmente unica: l’originale vetro artistico viene prodotto solo ed unicamente nel territorio del veneziano dal 1290.

Ricordiamo che i lampadari di Murano, tra le massime espressioni della creatività e del lusso di quest’arte, sono opere dal valore imperituro, che spesso vengono trasmesse di generazione in generazione e declinate facilmente anche nei più contemporanei ambienti di arredo.

Il valore della produzione artistica di Murano non risiede solo nel materiale utilizzato, ma anche nelle complessità di realizzazione di tali opere d’arte: il processo di apprendimento di un mastro vetraio, che può durare anche 20 anni, gli elevati costi per l’accensione dei forni a gas in continua lavorazione, il numero di artigiani coinvolti in una sola preparazione rigorosamente a mano.

 

È da questa tradizione secolare che Patrizia Volpato trae la sua prima ispirazione e la sua origine, sviluppando oggi assieme ai mastri vetrai, nuovi prodotti di illuminazione dal tocco più moderno, ma sempre connessi alle origini di questa antica arte. Per questo anche noi vogliano dare voce alla difficile situazione attuale, affinché sia intrapreso quanto necessario per impedire a quest’arte antica di essere perduta per sempre.

LAMPADARIO dalle ampie braccia in vetro di Murano soffiato a mano, paralume in tessuto e illumnazione a LED: Intrecci 1315/
APPLIQUE dalle ampie braccia in vetro di Murano soffiato a mano, paralume in tessuto e illumnazione a LED: Intrecci 1300/APP

JTP Informatica

all author posts

Scrivi il tuo commento

Your email address will not be published. Required fields are makes.

5 × 5 =